DEEJAY TEN … IO SPERIAMO CHE ME LA CAVO!… trovo su Facebook questa scritta, sotto la foto del pettorale numerato della deejay ten run

djten

Non ho potuto resistere alla sfida! In occasione una cena insieme Loredana, la camminatrice del gruppo, ci propone di partecipare alla deejay ten, camminando!

Perché NO?! Poi tra mille dubbi… ma quand’è? Dov’è? A che ora? Cosa facciamo i 10 o i 5 km? Abbiamo deciso di accettare la sfida dei 10 km e ci siamo iscritte!

Domenica mattina ci siamo presentate tutte pronte al via, con gambe in spalla e tanta volontà.

Abbiamo ottenuto un buon allenamento camminando a passo sostenuto, facendo più di 16000 passi in 2 ore.

Abbiamo condiviso una bella esperienza, che ci ha permesso di vivere le sensazioni del nostro corpo, del nostro spirito e alla fine ci siamo anche prese cura di noi…d’altronde fin dall’antichità “mens sana in corpore sano”.

L’atmosfera è stata coinvolgente, la musica, i colori, un mucchio di persone, da sole o in gruppo, di corsa o in camminata.

deejay-ten

Laura e Roberta, alla loro prima esperienza, hanno deciso di raccontarci le emozioni vissute durante la giornata, e per questa condivisione le ringrazio moltissimo!

Roberta racconta

“dentro di me dal primo all’ultimo km ho avuto sensazioni, pensieri continui… A volte positivi, altri meno.
Sicuramente il tutto è servito per conoscermi di più, fisicamente ed emotivamente.
Nella condizione di “persona di un certo peso” si tende a nascondere i tuoi limiti agli altri e anche a se stessi per poter vivere meglio.
Stamattina per esempio mi sono resa conto di quanto andavo piano rispetto agli altri anche se sono già 30 kg meno di 9 mesi fa, però io c’ero e grazie a tutte voi non ho mollato e ce l’ho fatta!
Vedere tutta quella gente in giro per Milano, mi ha dato tanta energia e voglia di fare, ho provato meno solitudine, dovendo già affrontare da sola, il lavoro, la quotidianità con tutti i suoi imprevisti;  questa esperienza mi è servita per capire quanto la forza del gruppo può essere d’aiuto per superare le sfide sia personali che della vita.

Dopo questa esperienza ho pensato di iniziare almeno alla domenica mattina, ad alzarmi e fare una bella passeggiata all’idroscalo.

Faccio un lavoro che mi impegna parecchio è vero, poi la casa, il divano ed i miei miciotti che sono il mio rifugio, ma se si organizza in compagnia, niente scuse e mi aggrego volentieri!
Tornando alla deejay ten run, con “10 km di camminata”, dolore alle ossa, bruciore ai muscoli, il corpo che urla, i piedi che una volta tolte le scarpe ho scoperto sanguinanti, beh! Rifarei tutto! Ma la parte più bella è stato al momento del ritiro della medaglia, non so se si è visto, ma ero commossa, avevo il magone, commozione e felicità che ho visto anche negli occhi di Laura….”

Laura si descrive così:

“sono partita con tanti dubbi su me stessa, non credevo proprio di arrivare fino alla fine.
Il gruppo è fantastico ed ognuna di noi si è preoccupata dell’altra … è incredibile come siamo unite
La mia impressione di oggi??? Abbiamo vinto perché eravamo insieme.
Prese singolarmente non saremmo probabilmente mai arrivate in fondo perché quella vocina nella nostra testa diceva “non ci riuscirai mai” e invece ce l’abbiamo fatta!”

Anche Loredana racconta la sua esperienza dicendo che: “è bello far parte di un gruppo! E quando un gruppo di amiche condivide 30000 amici è ancora più coinvolgente … Mettermi alla prova … alla soglia dei 50 anni … fare un’impresa che neanche a 18 anni avrei mai pensato di poter superare … e soprattutto realizzarla portandola a termine è stata una grossa soddisfazione. Questa esperienza mi ha regalato anche la gioia delle mie amiche alla loro `prima volta`, anche loro incredule sulle loro possibilità.

Rendersi conto invece che basta solo crederci, volere e tutto diventa possibile.

Un insegnamento per tutti … Credere in quello che più si vuole per raggiungere la meta, farlo insieme è stata un’esperienza ancora più forte.”

 

Perché ho deciso di scrivere questo articolo? A chi e cosa voglio comunicare?

Vorrei raggiungere tutte quelle persone che ‘non osano’ spingersi oltre pensando di non essere all’altezza e di non possedere le qualità per farlo.

Perderebbero la possibilità di provare una grande e forte emozione!

 

A chi piacerebbe partecipare con noi?

 

 

Autore Guarda tutti i post

Francesca

2 CommentiLascia un commento

  • Alla nostra Dottoressa che col suo sorriso contagioso, riesce a coinvolgere noi ragazze in imprese impossibili volevo dire grazie. Perché ci tiene come mamma chioccia sotto la sua ala protettiva. E alle ragazze dell’anello come le chiamo io, volevo dire brave per aver affrontato 10 km con tenecia e non aver mollato al primo ostacolo. Stefania.

  • Ragazze complimenti. Vorrei unirmi anch’io e ringraziare Francesca per la carica che ci dà …. Io purtroppo non sono potuta venire per un problema alle anche che non mi permette di fare lunghe camminate ma soprattutto perché mi sono fatta prendere dalla pigrizia e anche perché mi sento ancora inadeguata … Un “fastidio” non vorrei far rallentare il gruppo i non riuscire a stare al passo con le altre …. Il cammino è ancora lungo….. La prossima volta speriamo di essere più propositiva

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *